Scelta del CBD come opzione di trattamento

Scelta del CBD come opzione di trattamento
I primi medici e guaritori di tutto il mondo che avevano prescritto cannabis migliaia di anni fa fallirono perché videro in prima persona i benefici per la salute. Nell'ultimo mezzo secolo, la scienza contemporanea ha iniziato a fare luce sui processi biologici alla base del recupero della chimica animale e vegetale.

Tutte le ricerche su cannabidiolo, benefici dell'olio di CBD, THC e altri cannabinoidi sono aumentate significativamente nell'ultimo decennio. Il prossimo contiene gli ultimi rapporti scientifici e studi condotti su pazienti e medici con le istruzioni per il trattamento di sintomi specifici. Inoltre, contiene istruzioni di dosaggio e dati sui tipi raccomandati di farmaci a base di cannabinoidi per ciascuna malattia.

Il trattamento con cannabinoidi è legato alla sezione della matrice biologica in cui cervello e corpo si incontrano. Considerando che il CBD (cannabidiolo), insieme ad altre sostanze chimiche contenute nella cannabis, assomiglia ai composti prodotti dal nostro corpo, sono migliori di molte droghe sintetiche.

Oltre a chiarire la relazione tra CBD e stress, questi risultati sembrano supportare l'effetto ansiolitico della gestione cronica del CBD nei topi stressati, che dipende dalla propria attività pro-neurogena nell'ippocampo maturo, alleviando la trasduzione del segnale mediata da endocannabinoidi.

Il Cannabis Health Index (CHI) è un sistema di valutazione basato sull'evidenza per la cannabis (generalmente non solo gli effetti del CBD sull'olio) e la sua efficacia nell'affrontare vari problemi di salute sulla base delle informazioni di ricerca attualmente disponibili. Consultare cannabishealthindex.com per informazioni aggiornate. Usando questa categoria e secondo venticinque studi, la cannabis è stata classificata dalla gamma possibile a probabile di efficacia nel trattamento dello stress.

Si raccomanda ai pazienti di consultare un medico esperto nella pubblicità del cannabidiolo o della cannabis medicinale per garantire che i regimi di dosaggio e somministrazione possano essere sviluppati e abbinati accuratamente su una sola base. Allo stesso tempo, i pazienti istruiti e consapevoli possono essere i propri consulenti per il benessere altamente qualificati.

La ricerca di 2005 ha richiesto studi clinici per studiare l'efficacia dei cannabinoidi nei disturbi bipolari (depressione maniacale). In 2010, l'analisi ha scoperto che il CBD non era utile per i suoi episodi maniacali associati alla malattia bipolare. Per gli episodi maniacali, tuttavia, l'evidenza indica una maggiore probabilità di efficacia.

Il fumo o la potatura funzionano bene per effetti medici immediati. A volte è utile quando inizia il primo sonno o quando ti svegli nel mezzo di un intervallo di pausa. Ci vogliono solo poche ore. L'effetto del farmaco è istantaneo, mentre molti prodotti ingeriti portano da 30 a 40 minuti prima dell'effetto di tiro (più veloce a stomaco vuoto) e durano fino a otto settimane.

Verweise

1. Goldschmidt, L., Richardson, GA, Cornelius, MD and Day, NL Prenatal marijuana e esposizione all'alcool e risultati accademici all'età di 10 anni. Neurotoxicol Teratol 2004; 26 (4), 521 & ndash; 532.
2. Goldschmidt, L., Richardson, GA, Willford, J. and Day, NL Prenatal esposizione alla marijuana e prestazioni di test di intelligenza all'età di 6 anni. J Acad Child Adolesc Psychiatry 2008; 47 (3), 254 & ndash; 263.
3. Fried, P., Watkinson, B. & Gray, R. Conseguenze neurocognitive della marijuana: un confronto con le prestazioni prima di assumere farmaci. Neurotoxicol Teratol 2005; 27 (2), 231 & ndash; 239
4. Papa HG Jr., Gruber AJ, Hudson JI, Cohane G., Huestis MA, Yurgelun-Todd D. Consumo precoce di cannabis e deficit cognitivi: qual è la natura dell'associazione? Dipende dall'alcool della droga. 2003 1. Aprile; 69 (3): 303 & ndash; 10.